• Bemavet

Sostanze tossiche per i gatti.

Aggiornato il: mag 1

Può capitare più o meno accidentalmente che i nostri gatti assumano sostanze per loro tossiche, pur vivendo in ambiente domestico. Alcune intossicazioni possono causare sintomi lievi e risolversi spontaneamente, ma altre possono essere persino letali.

E' importante quindi sapere quali sostanze siano pericolose e saper riconoscerne i sintomi per richiedere prontamente l'intervento del Medico Veterinario.

Quali sono i sintomi e come li riconosco? Purtroppo spesso non è semplice individuare i sintomi correttamente e tempestivamente perchè molte sostanze causano segni clinici aspecifici e in alcuni casi di lieve gravità.

Tra i più comuni sintomi si riconoscono: vomito, diarrea, spossatezza e anoressia.

A seconda della sostanza coinvolta e degli organi colpiti possono essere presenti altri sintomi, singolarmente o associati, tra cui tremori, eccessiva salivazione, dolore, febbre, varie alterazioni neurologiche (perdita di equilibrio, alterazioni delle pupille) e eccessiva o addirittura mancata produzione di urine.



Ma quali sono le sostanze pericolose per il gatto?

Alcune sono normalmente presenti nelle nostre cucine, tra le più importanti si ricordano aglio e cipolla, uva e uva passa, cioccolato, caffè, tè, alcolici.




Numerose piante possono causare intossicazione: Vischio, Yucca, Anturio, pianta e frutti del peperoncino, Canfora, Tronchetto della felicità, Ortensia, Iperico, Alloro di Montagna, Giglio, Bella di Notte, Oleandro, Geranio, Primula, Rododendro o Azalea, Ciliegia di Gerusalemme, Brunfelsia, piante della famiglia Araceae.

Importantissima è poi l'intossicazione da farmaci!

L'elenco di farmaci comunemente usati dall'uomo (facilmente conservati nelle nostre case) che siano pericolosi per cani e gatti è piuttosto lungo.

Inoltre alcuni farmaci utilizzati in una specie sono tossici nell'altra, ad esempio alcuni prodotti registrati per il cane possono essere letali per il gatto.

Si consiglia quindi di riporre tutti i farmaci in armadietti chiusi e fuori dalla portata dei nostri animali che potrebbero accidentalmente "rubarli" e ingerirli. Inoltre si consiglia di consultare sempre il Medico Veterinario prima di somministrare volontariamente farmaci ai propri animali.


Molte altre sostanze possono dare intossicazioni anche letali, fra le più frequenti si ricordano:

- Veleni rodenticidi comunemente usati per la derattizzazione

- Glicole etilenico (utilizzato nei prodotti antigelo)

- Metaldeide (lumachicida)

- Svariate tipologie di diserbanti e insetticidi

- Marijuana

- Funghi epatotossici


Cosa fare quindi in caso di sospetta o di certa intossicazione? 

In caso si assista all'ingestione diretta della sostanza tossica è fondamentale contattare immediatamente il Medico Veterinario che fornirà indicazioni su come gestire la situazione al meglio. Generalmente provocare l'eliminazione del tossico (vomito o lavanda gastrica) e somministrare sostanze che contrastino l'intossicazione è il trattamento più indicato e che può salvare la vita dell'animale.

Se non si assiste all'ingestione del tossico ma si notano i suddetti sintomi è comunque consigliato spiegare la situazione al Medico Veterinario che stabilirà come gestire il caso.

64 visualizzazioni

Contatti

Clinica Veterinaria Bemavet s.r.l.t.p.

Via A. Volta 1/b

24020 - Torre Boldone (BG)

Email: info@bemavet.com
Tel:  +39 035363192

Ordine Medici Veterinari BG

Sez. spec. n° 1

Dir. San. Livio Perniceni n°594

 

Autorizzazione Sanitaria

BG 29/14

Partita IVA e Reg. Imprese BG

03644660163

Numero REA BG

0396031

Capitale sociale

10.000 Euro i.v.

L.R. Massimiliano Scandella

©2020 Clinica Veterinaria Bemavet srltp. Il titolare di questo sito dichiara sotto la propria responsabiità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto delle norma vigenti ed in conformità con il codice deontologico.